Le mete migliori per l’estate 2014 dei ragazzi

Scegli il Tuo Hotel

Le mete migliori per l’estate 2014 dei ragazzi

Vacanze ragazzi

I giovani possono lasciare i libri a casa e concedersi una bella vacanza in una delle tante mete italiane. Ecco alcuni consigli per i ragazzi su questa estate 2014.

Come definire l’estate, senza pensare al semplice riferimento temporale?

Se chiudiamo gli occhi e a pensarci un attimo, probabilmente ci tornano le immagini di quando eravamo ragazzi, di quei giorni di libertà assoluta e di massima spensieratezza che arrivavano una volta superato l’ostacolo della scuola. Mesi all’insegna (quasi) solo del divertimento, del godere a massimo del tempo a propria disposizione. Non a caso, “those were the best days of my life” (quelli erano i giorni migliori della mia vita) anche per Bryan Adams in “The summer of ‘69”.

Anche per chi è giovane oggi le cose per fortuna non sono cambiate, nonostante tutto, e ci si può quindi concentrare sull’organizzazione dei propri giorni di vacanza, in cui fare le prime esperienze lontani da casa e dai genitori, partendo con un gruppetto di amici.

La destinazione? Per fortuna, il nostro Bel Paese non manca di posti speciali per i ragazzi in questa estate 2014, facilmente raggiungibili, con un’impeccabile offerta di alloggi e sistemazioni e, soprattutto, non troppo distanti dalle (solitamente un po’ ansiose) mamme.

Dagli storici locali della riviera romagnola alle spiagge salentine, ecco un breve focus sulle mete preferite per i prossimi mesi di vacanza, per vivere giorni elettrizzanti tra tuffi in mare e balli fino all’alba, perché  la movida italiana non ha nulla da invidiare a quella spagnola o a quella greca e, anzi, prenotando in anticipo e con oculatezza si può anche trovare qualche buona occasione sia per il trasferimento che sugli alberghi.

Negli ultimi anni, la Puglia ha saputo imporsi sul mercato del turismo, giovanile e non solo. Merito del boom dei viaggi in Salento, una delle destinazioni che continua a essere di tendenza anche in questa estate 2014 per i ragazzi: “lu sole lu mare e lu viento” è il motto dell’intera zona, e in effetti il tratto finale della Penisola (praticamente, il tacco d’Italia) può vantare spiagge bellissime, mare limpido e trasparente (certificato anche dalle Bandiere Blu assegnate annualmente dalla Foundation for Environmental Education) e una vita notturna frizzante. Il tutto, poi, anche a prezzi accessibili: gli ingressi per gli eventi hanno un costo contenuto, e anche per i pasti si può riuscire a spender poco.

Solo qualche centinaio di chilometri più su c’è un’altra area interessante, il Gargano (in questo caso, lo “sperone” d’Italia). Qui il turismo è più vario, perché al mare pulito e cristallino e ai centri costieri si accompagnano anche affascinanti borghi interni tutti da scoprire, ricchi di bellezze naturali e costruzioni storiche.

Restando sul versante adriatico, non si può non citare la riviera romagnola, che sin dagli anni ’60 si è imposta come punto di attrazione di milioni di giovani turisti. Rimini e Riccione, in particolare, sono entrate nell’immaginario collettivo italiano (anche grazie a film di successo commerciale) come fulcri della movida, da vivere lungo i lungomari attrezzatissimi e ricchi di lounge bar e locali alla moda, eventi organizzati lungo tutto l’arco estivo e, ovviamente, alcune tra le discoteche più famose del nostro Paese.

Il nostro viaggio continua ancora verso Nord, giungendo alla costa veneta e a Jesolo, uno dei litorali più frequentati d’Italia con i suoi quindici chilometri di sabbia ambrata e una delle spiagge più conosciute a livello internazionale, dove non ci sarà mai un attimo di noia, tra feste serali e aperitivi sulla spiaggia. La cittadina dista poi pochi chilometri da Venezia, e può quindi offrire anche una giornata di “distrazione” dalle tipiche attività estive, per recarsi alla scoperta di una delle città più suggestive al mondo.

E questo è solo il lato adriatico della nostra penisola!

Insomma, le vacanze sono alle porte, e i ragazzi hanno soltanto l’imbarazzo della scelta per trovare il posto giusto in cui trascorrere questa estate 2014.

Da vivere all’insegna della massima del grande Ennio Flaiano: “Non c’è che una stagione: l’estate. Tanto bella che le altre le girano attorno. L’autunno la ricorda, l’inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla”.